MUSICA AL CHIOSTRO: in un angolo di Roma segreta riapre l’ARCO dei GINNASI dal 14 luglio al 4 agosto

Quattro serate musicali nel cuore del centro storico capitolino per riscoprire un angolo di Roma segreta. Dal 14 Luglio al 3 Agosto sarà aperto al pubblico il prestigioso Chiostro del ‘600 dell’Arco dei Ginnasi – nell’omonima via – che per questa occasione sarà la cornice ideale che ospita sotto le stelle un inedito programma musicale.

La via prende il nome dall’Arco dei Ginnasi detto anche “delle Botteghe Oscure” (per la vicinanza alla via delle Botteghe Oscure) o “della Luna”, fatto costruire dal cardinale Domenico Ginnasi per 1 Collegio Calasanzianocollegare le varie proprietà edilizie di famiglia.

La costruzione risale al 26 luglio 1628 allorché i Maestri della Strada concessero “licenza al cardinale Ginnasio che possa fare un Archo nel vicolo morto tra il palazzo di SS. Ill.ma et la casa dei SS.ri Rogieri nel Rione della Pigna”: l’arco collegava il palazzetto Ginnasi, ovvero la parte del palazzo Ginnasi che fu destinata a monastero e collegio, al palazzo Ruggeri ed alle altre case del complesso Ginnasi. L’arco, sopra il quale è ancora possibile vedere lo stemma cardinalizio, con l’arme scalpellata, presenta una curvatura piuttosto ribassata, con due lesene laterali bugnate e conduce in un vicoletto cieco, dove sono situati alcuni portoncini ed un locale pubblico, un piccolo angolo sopravvissuto della Roma antica. Sulla via, alla destra dell’arco, notare quattro colonne antiche con capitelli ionici inserite nella facciata (una delle quali è visibile anche nella foto sopra), appartenenti ad un portico medioevale.

I protagonisti dei quattro appuntamenti sono: l’Ensemble “Le Muse” diretta da Laura Simionato con l’esecuzione delle “Quattro Stagioni” di Vivaldi; gli Hot Stompers di Gennaro D’Apote con la bellissima voce di Francesca Ciommei per ripercorrere le tappe del jazz, dalle origini di New Orleans alla Chicago degli anni venti e gustarsi i classici dello swing americano; la prestigiosa Orchestra Tzigana del Maestro Antal Szalai con tutto il repertorio della musica ungherese tsardas ma anche brani classici del calibro della Rapsodia ungherese di Liszt, Brahms, Danze ungheresi; l’energia, la musica e la danza dei Canti Briganti che porteranno sul palco il ritmo e le melodie della musica popolare italiana.

Oltre agli spettacoli di musica dal vivo sarà presente un angolo bistrot aperto dalle ore 19.30 per aperitivi e cene curato da “El Duende” storico locale del panorama romano.

Programma:

14 Luglio – ore 21,00
ENSEMBLE LE MUSE diretta da LAURA SIMIONATO

21 Luglio – ore 21,00
THE HOT STOMPERS & FRANCESCA CIOMMEI

28 LUGLIO – ore 21,00
ANTAL SZALAI E L’ORCHESTRA TZIGANA DI BUDAPEST

3 AGOSTO – ore 21,00
CANTI BRIGANTI “UN PIZZICO DI TARANTA”

Per informazioni e prenotazioni:  335 6081 277 – 339 2393 086 – 334 8186 605
Ingresso: via dell’arco dei ginnasi, 19 (via delle Botteghe Oscure)
ticket office: (aperto tutti i giorni) Largo Santa Lucia Filippini, 20
Tickets: intero E.15 / ridotto E.13 / riservato E.18

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *